Battipaglia Collabora: un Laboratorio di Urbanistica Collaborativa

By giugno 8, 2015blogco

Per arrivare alla stesura delle linee guida strategiche del PUC – Piano Urbanistico Comunale, il Comune di Battipaglia ha avviato un percorso sperimentale, un laboratorio di urbanistica collaborativa che ha coinvolto i vari attori del territorio per attuare a Battipaglia collaborazione pubblica ed innovazione sociale. Il percorso di co-progettazione è iniziato a gennaio, sotto la guida dell’architetto Massimo Alvisi e del professore associato di Diritto pubblico nell’Università degli studi Guglielmo Marconi di Roma e docente di governance dei beni comuni presso la LUISS Guido Carli Christian Iaione che, affiancati dal team di Insiti -Opportunità Urbane, da LabGov -LABoratorio per la GOVernance dei beni comuni e grazie alla collaborazione di Paola Cannavò, Umberto Bloise e Carlo Colloca, stanno portando avanti un processo di cura e rigenerazione dei beni comuni locali urbani, ambientali e cognitivi attraverso tecniche di co-progettazione e co-pianificazione. Il risultato del laboratorio è quello di restituire al Comune di Battipaglia un patto di collaborazione territoriale che darà vita ad un partenariato stabile tra pubblico, privato e civico/comunità per instaurare un nuovo metodo di lavoro e di pianificazione della città.

Il ripensamento della città è partito da una serie di incontri e sopralluoghi per conoscere il territorio, con i suoi punti di forza e di debolezza e gli attori che in questo operano (cittadini, scuole, imprese, associazioni e pubblica amministrazione). La riappropriazione degli spazi è iniziata dalla ex scuola De Amicis, un edificio dall’alto valore culturale e sociale, adibita a punto di incontro e di lavoro in cui pensare, insieme ai partecipanti al laboratorio, un nuovo modello di città. Le tematiche oggetto di discussione e progettazione vanno dagli spazi pubblici alla cura del territorio, dal riutilizzo dei fantasmi urbani alla valorizzazione dei luoghi della cultura e si inseriscono all’interno di quattro grandi filoni: Battipaglia Pubblica, Ecologica, Rigenerata e Creativa.

Battipaglia Pubblica punta al ripristino di alcuni spazi della città attraverso varie azioni, tra cui la creazione di un nuovo giardino pubblico che possa essere valorizzato, in un’ottica partecipata, dalle associazioni e dal quartiere di appartenenza; la riqualificazione di un’area sportiva abbandonata della città e l’adozione e sistemazione delle fiorere di alcune piazze e vie del centro.

Battipaglia Ecologica si focalizza sull’ambiente, tenendo in considerazione la progettazione di nuovi tratti di pista ciclabile, l’organizzazione di una visita alla Masseria S.Lucia accompagnata da una lezione sulla valorizzazione delle architetture rurali del territorio, il censimento degli alberi monumentali, la piantumazione di nuovi alberi nel punto di accesso alla città e la pulizia di una delle discariche abusive con annessi laboratori sul ciclo dei rifiuti.

Battipaglia Rigenerata organizza incontri e workshop sulla legalità e sulla potenzialità degli edifici sequestrati alle mafie, puntando anche all’adozione, da parte dei cittadini, di ulivi da piantare in aree confiscate. La rigenerazione si focalizza anche sull’apertura, a breve o lungo termine, di alcuni edifici simbolo tra cui il Caffè 21 Marzo, primo bene confiscato riaffidato tramite bando pubblico della provincia di Salerno, l’ex-Materassificio di Via Catania e l’ex Tabacchificio, per arrivare alla festa Battipaglia Collabora, il momento collettivo finale di festa con musica ed eno-gastronomia a Km0.

Battipaglia Creativa, infine, pone attenzione al discorso legato alla formazione, in primis alla scuola De Amicis, e prevede una serie di azioni rivolte ai più giovani, attraverso la creazione di una nuova biblioteca e alla realizzazione di progetti grafici, artistici e camminate didattiche.

Gli incontri fatti per immaginare e ripensare insieme una Battipaglia differente culmineranno domenica 21 e lunedì 22 giugno, quando si terrà BATTIPAGLIA COLLABORA, la giornata di cura e rigenerazione collettiva e collaborativa della città. Battipaglia Collabora intende anticipare emblematicamente le linee strategiche del futuro Piano Urbanistico della città, uno strumento sperimentale ad attuazione collaborativa che coinvolge comune-cittadini-associazioni-imprese-scuole e che sarà basato sulla cura e rigenerazione dei beni comuni urbani, ambientali e cognitivi della città di Battipaglia.

Per rimanere sempre aggiornati seguiteci sul blog di CO-Battipaglia, Battipaglia Collabora e sulla nostra pagina facebook: CO-Battipaglia.